ADV - Barbados, le spiagge

Appunti di viaggio: Barbados, le spiagge

Barbados è l’isola più esterna rispetto all’arco caraibico, tra le pochissime dei Caraibi a non avere origine vulcanica. Questo rende Barbados famosa per le sue spiagge bianche e le acque cristalline, oltre ad essere un’isola pressoché piatta o lievemente collinare.

STORIA

Il nome Barbados pare sia stato coniato nel 1536 dall’esploratore portoghese Pedro A. Campos, che chiamò l’isola Os Barbados (i barbuti) ispirandosi agli alberi da ficus le cui lunghe radici aeree sembravano barbe. Il nome che gli indigeni Arawak attribuivano all’isola era Ichirouganaim, ovvero “la landa rossa dai bianchi denti”.

Nel 1625  Henry Powell sbarcò sull’isola, ignorata da Portoghesi e Spagnoli, e la occupò in nome della corona inglese. Iniziarono così le opere di insediamento nella zona di Holetown. Quando Powell fece ritorno, due anni più tardi,  divenne il primo Governatore di Barbados. Fu in questo periodo che i pochi Arawak che occupavano Barbados si estinsero e l’isola venne ripopolata dagli inglesi con schiavi africani. L’impiego degli schiavi era perlopiù nelle piantagioni di zucchero fino al 1834, anno in cui la schiavitù fu abolita. L’economia di Barbados è tuttavia rimasta dipendente dalla produzione di zucchero fino al XX secolo.

 

TURISMO

Non si può parlare di Barbados senza ovviamente citare come prima attrazione turistica le fantastiche spiagge che l’isola offre. Sicuramente torneremo a parlare di Barbados in uno dei prossimi appuntamenti di questa rubrica ma è proprio con le spiagge che vogliamo iniziare il tour di questa splendida isola.

Cominciamo con la splendida CRANE BEACH, che con le sue acque turchesi e la sua sabbia rosa è spesso indicata come una delle spiagge più belle al mondo. Situata sulla costa sud-est, di fronte all’oceano, è una spiaggia in cui i surfisti troveranno un vero e proprio paradiso per la loro passione.

Da visitare anche ACCRA BEACH (o Rockley Beach), con le sue limpide acque basse e tendenzialmente calme è la spiaggia più estesa di Barbados.

Se invece vi trovate nei pressi di Oistins, non perdetevi lo spettacolo di MIAMI BEACH, che nella sua parte più occidentale offre un’acqua calma e quasi priva di correnti ed una spiaggia finissima.

Nei pressi della Capitale, Bridgetown, troviamo invece la meravigliosa BROWNES BEACH, che affaccia sulla nota Carlisle Bay, un tempo approdo delle navi della regina. Un panorama mozzafiato, una spiaggia di sabbia finissima, acque trasparenti ed un fondale meraviglioso.

Infine, anche se ce ne sarebbero ancora da citare, concludiamo con la famosissima DOVER BEACH, situata nei pressi del villaggio turistico di St. Lawrence Gap. A seconda se rimarrete più vicini alla costa o più al largo è l’ideale sia per il Kite Surf che per una tranquilla nuotata.

 

E se andate a Barbados ovviamente non mancate di visitare le sue distillerie. Leggi le nostre visite a FOURSQUARE RUM DISTILLERY e ST. NICHOLAS ABBEY.

 

Buon Viaggio!

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *