Jamaican Best

Caribbean Drink: Jamaican Best

JAMAICAN BEST

Il nome “Jamaican Best” è un nome di fantasia, ma non troppo. Questo nome mi venne in mente quando cominciai a viaggiare in Jamaica. Qui il rum, in particolar modo il rum bianco a 63% abv, viene miscelato spesso con delle sode. Tra queste, la soda più ricorrente per il Jamaican Best è la Ting, una soda al pompelmo, dolce e decisamente frizzante, mentre il rum più diffuso è il Wray&Nephew White Overproof.

Sentii le prime storie riguardo al Kulu Kulu dopo aver visitato Negril. Pare infatti che il kulu kulu fosse un distillato clandestino ad altissima gradazione prodotto in casa, o a volte rubato nelle distillerie durante il processo di produzione. Questo rum veniva consumato freschissimo, senza stabilizzazione, quindi con un tenore acido piuttosto importante, oltre che una gradazione alcolica molto alta. Di conseguenza molto spesso chi ne abusava nelle feste veniva colto da spasmi gastrici lancinanti.

Come conseguenza l’immagine del kulu kulu venne legata a quella del John Batty, o John Crow Batty, anche chiamato JB, ovvero la poiana locale, che difatto sminuzza le viscere delle proprie prede essattamente come questo distillato faceva con le viscere umane.

Per evitare che questa usanza si protraesse a lungo, e soprattutto per sopperire a questa tradizione con un rum controllato, la stessa Wray & Nephew promosse il lancio, nella zona nord ovest dell’isola, di un marchio chiamato Charle’s J.B.

Sebbene di proprietà della W&N, il Charle’s J.B., o più comunemente detto JB, divenne in breve tempo il rum overproof più bevuto nella zona di Negril, e il suo acronimo cominciò a diventare Jamaican Best, ovvero il miglior rum della Jamaica. Quindi la bevanda divenne JB & Ting, doverosamente mezzo e mezzo e senza ghiaccio (o con qualche cubetto).

Quando decisi di portare in Italia, già cinque anni fa, questo drink, mi misi alla ricerca di sode nazionali che somigliassero alla Ting , e come nome scelsi, appunto, Jamaican Best.

In verità sono diverse le sode che si sposano bene, e su questo vi consiglio di affidarvi al vostro gusto, ma imprescindibile deve essere l’utilizzo di un rum giamaicano bianco overproof.

 

CHEERS!

JAMAICAN BEST

  • 4 cl di Rum Jamaicano Overproof
  • top di soda al pompelmo

Inserire gli ingredienti in un tumbler alto con ghiaccio e mescolare leggermente.

E questi invece sono tre rum che consiglierei per la realizzazione del Jamaican Best:

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *