Welcome to the Rum World

La Classificazione del Rum secondo Luca Gargano

Avevamo già affrontato il problema della classificazione nell'articolo del 28 dicembre scorso (VEDI ARTICOLO) ed avevamo analizzato nello stesso articolo una prima bozza di proposta di classificazione fatta da Luca Gargano.

 

Lo abbiamo incontrato di nuovo in una masterclass fatta i primi di luglio e possiamo dire che quella proposta, che al tempo (non più di 7/8 mesi fa) sembrava valida ma ancora un pò embrionale, oggi ha assunto dei caratteri più chiari e decisi.

 

Vogliamo quindi con questo articolo semplicemente riportare quelle che sono, secondo Luca Gargano, le varie sezioni di una classificazione più chiara nel mondo del rum.

Ovviamente quanto segue è una classificazione che difficilmente verrà recepita come "legge", data la vastità dell'area produttiva del rum, ma sicuramente una diffusione di tale classificazione tra chi parla di rum, dall'appassionato all'influencer, fino agli importatori, porterebbe inesorabilmente i produttori a doversi in un certo senso adattare.

E' questo il motivo per cui Isla de Rum ha deciso di sposare la causa di Luca Gargano e promuoverne il messaggio contenuto.

 

> leggi tutto

Appleton Estate Barman Competition

Sei in grado di raccontare il rum Giamaicano con i tuoi drink?
Allora partecipa alla prima edizione della
Appleton Estate Barman Competition!

 

Diventa Ambassador For ShowRUM e vinci la Giamaica!

 

 

COME FUNZIONA

Il concorso si articola nelle seguenti fasi:

> leggi tutto

Ron Aguere sbarca in Italia

Presentato per la prima volta in Italia a ShowRUM - Italian Rum Festival  e premiato nella ShowRUM Tasting Competition nella sua categoria, sbarca finalmente in Italia il ron delle Canarie, prodotto nella distilleria di San Bartholomè de Tejina.

 

 

UNA DISTILLERIA CON PIÙ DI 65 ANNI DI TRADIZIONE
 
La storia del rum e le sue origini sono strettamente legate alle Isole Canarie. Infatti, parlare del Rum significa parlare della cultura popolare, di usi, di costumi, del folklore e della gastronomia di queste isole.
Le Canarie sono state il trampolino di lancio dell'espansione della coltivazione della canna da zucchero, la materia prima utilizzata per realizzare il rum. In uno dei suoi viaggi, Cristoforo Colombo portò con sé alcuni pezzi di canna da zucchero che piantò nell’isola di Santo Domingo.
Inoltre la qualità della canna da zucchero delle Canarie è stata da sempre riconosciuta come superiore, come attestato dalle opinioni dell’antropologo francese R. Vernau, il quale affermava che “ Forse la canna da zucchero Canaria è la più ricca in zuchero tra le varietà conosciute” o Clodomiro Bethencourt che narrava che “Dalle Canarie la canna dolce fu portata in Brasile e nell’isola di Santo Domingo (1513) dove venne coltivata da Don Pedro Atiensa e successivamente fu portata a Cuba (...) delle sette isole Canarie, solo meritano menzione speciale Gran Canaria, Tenerife e La Palma, essendo la prima il maggior produttore”.
Il commercio della canna da zucchero nelle Canarie raggiunse l’auge tra il secolo XVI e la fine del XIX secolo.
 

> leggi tutto

River Antoine Rum Distillery, Grenada

Grenada, l'isola delle spezie, un paradiso terrestre incastonato nell'arco caraibico.

Dopo una giornata trascorsa sulla Grande Anse Beach, nel parish di St. George, il nostro amico Ronald viene a caricarci sul suo pulmino, direzione River Antoine, a sud del parish di St. Patrick. Attraversiamo le colline interne dell'isola, lontano dalla city, nel "country" come lo definiscono i locali.

Intorno a noi prendono vita i festeggiamenti imminenti per l'indipendenza dell'isola, che si colora di giallo, rosso e verde. Ogni cosa sembra essere pronta per la grande celebrazione, dai massi dipinti lungo la strada ai guard-rail, alle case. Il clima di serenità che si respira è meraviglioso e di colpo ti ritrovi a non distinguere la realtà dal sogno, mentre il pulmino si inerpica lungo le curve immerse nella foresta pluviale.

La tradizione si mescola al moderno, ma la cultura resta fortemente radicata ed il senso di rispetto reciproco e di accoglienza è quasi disarmante per chi proviene dalla società moderna.

> leggi tutto

Foursquare Distillery ed intervista a Richard Seale - Barbados Rum Travel

Se dovessimo definire in una sola frase che cos'è la Foursquare Rum Distillery, diremmo che è a livello tecnologico la più avanzata distilleria dei Caraibi, pur senza aver assolutamente snaturato l'autenticità del rum che produce.

In mano alla famiglia Seale già da quattro generazione, con Richard Seale, attuale master distiller nonchè proprietario, la distilleria ha avuto un radicale rimodernamento anche grazie alla collaborazione con l'italianissima Green Engineering, azienda leader a livello internazionale nella produzione di tecnologie al servizio della distillazione nonchè di alambicchi stessi, con sede a Colle Val d'Elsa, che abbiamo avuto il piacere di ospitare già nelle due passate edizioni di ShowRUM.

La distilleria è situata nel parish di St. Philip a Barbados ed è interamente visitabile senza guida tutti i giorni escluso la domenica, a dimostrazione che non c'è nulla da nascondere al suo interno. Ma si sa che noi di Isla de Rum amiamo viziarci, per cui a farci da cicerone nella nostra visita abbiamo avuto l'onore di avere lo stesso Richard Seale che ha risposto a tutte le nostre domande, non solo legate alla distilleria.

> leggi tutto

St.Nicholas Abbey - Barbados Rum Travel

Giovedì 27 Febbraio 2016, Dover Beach, Barbados.

Comincia il Rum Travel 2016 di Isla de Rum.

Barbados con i suoi 430 km quadrati di superficie è una piccola isola ad est dell'arco caraibico, ed a differenza di molte di queste non è di origine vulcanica, il che rende le sue spiagge incredibilmente bianche. Lasciata per anni non colonizzata a causa dell'assenza di ricchezze minerarie, nonostante sia spagnoli che portoghesi vi abbiano approdato fu conquistata solo nel 1624 ad opera degli inglesi, in particolare di Henry Powell che fu anche il primo governatore dell'isola. Da dove derivi il nome è un mistero, gli Arawak, indigeni di Barbados, solevano chiamarla Ichirougnaim, ma la storia tramanda che il nome Barbados fu coniato nella prima metà del 1500 ad opera dell'esploratore portoghese Pedro Campos (Os Barbados - I barbuti).

L'economia dell'isola è stata incentrata sulla canna da zucchero fino a quasi i giorni nostri, è infatti solo verso la fine del 1900 che l'isola ha diversificato la sua economia, dando ampio spazio all'industria del turismo ed alzando così in maniera esponenziale il tenore di vita medio.

Barbados viene anche spesso considerata la culla del rum, ruolo che si contende nell'immaginario collettivo con Cuba e con il Brasile, in quanto è proprio su quest'isola che sbarcò Richard Ligon scrivendo il primo libro dedicato alla vita delle colonie "The True and Exact History of the Island of Barbadoes", libro che molti storici del rum considerano la prima vera testimonianza della produzione di distillato da canna da zucchero ai Caraibi. Come sempre, anche in questo caso, la storia è un pò diversa, ma ne tratteremo eventualmente in un altro articolo. Di certo i rum di quest'isola sono da sempre considerati tra i migliori al mondo. Ed è qui che con buona probabilità fu costruita la prima vera distilleria (non si parla di produzione di rum ma di azienda vera e propria atta a tale produzione).

 

ST. NICHOLAS ABBEY - La Storia

St. Nicholas Abbey è una tenuta giacobina della metà del diciassettesimo secolo sorta nella città montana di St. Peter, Barbados. A quei tempi il Colonnello Benjamin Berringer e Sir John Yeamans possedevano due piantagioni confinanti, che erano motivo di continue lotte tra i due per la delineazione del confine.

> leggi tutto

A.O.C. Martinique Rhum Agricole

Martinica significa, per gli appassionati, Rhum Agricole A.O.C., per cui prima di leggere della visita alle distillerie è meglio fare un tuffo nel disciplinare dell'Appellation d'Origine Controllee Rhum Agricole Martinique per capire meglio di cosa stiamo parlando.

Nell'articolo che segue troverete un pò di storia della Martinica, alcune nozioni riguardanti il disciplinare ed infine una guida alle distillerie ancora in attività sull'isola con relativi approfondimenti.

Nelle prossime settimane andremo ad approfondire la posizione e la produzione di ogni distilleria.

 

STORIA

La Martinica fu scoperta da Cristoforo Colombo nel 1502, durante il suo quarto viaggio, ma restò un isola prevalentemente indipendente fino al 1635, anno in cui i francesi istituirono sull'isola la propria colonia. E' da sempre territorio francese, anche se varie volte, ma per brevi periodi, conquistata dagli inglesi ed ancora oggi è territorio regionale della Francia, un dipartimento d'oltre mare, e quindi fa parte dell'Europa.

La canna da zucchero sull'isola venne portata proprio dai francesi intorno alla metà del 1600 e come in tutte le isole, all'inizio del 1700 si documentano le prime produzioni di rum da melassa.

> leggi tutto

Classificazione dei rum nel XXI secolo

Con l'avvento del web e con le informazioni reperibili in modo sempre più rapido, se da un lato molti degli aspetti riguardanti la produzione del rum e la valutazione della qualità insita nei prodotti sono facilmente alla portata anche di chi non ha la possibilità di visitare i Caraibi e le distillerie, dall'altro anche le informazioni sbagliate e i messaggi di puro marketing diventano spesso "legge".

In questo senso come Isla de Rum, io stesso ho da sempre spinto la cultura del rum scevra da leggi di mercato e slegata da qualsiasi dinamica di business, cercando di invogliare chiunque mi segue a scegliere il proprio rum facendo leva esclusivamente sulla propria cognizione di qualità, e cercando di sciogliere, attraverso alcuni articoli e nei miei seminari, molti dei "nodi" legati all'informazione sbagliata che dilaga in questo mondo.

> leggi tutto

Isla de Rum a Food & Pastry, Bologna

Isla de Rum partner di

Food&Pastry - The Creative Show

- SEI SEMINARI TUTTI DA BERE -

i seminari di isla de rum

 

> leggi tutto

Strepitoso successo della III edizione di ShowRUM - Italian Rum Festival

SHOWRUM 2015
STREPITOSO SUCCESSO DELLA III EDIZIONE DEL FESTIVAL

 

Roma, Settembre 2015. ShowRUM, unico festival italiano sul rum, archivia con successo la terza edizione, confermandosi da un lato una grande vetrina per i brand e dall’altro un punto di incontro internazionale per tutti i professionisti del settore, oltre che rappresentare un evento di educazione e formazione rivolto al grande pubblico.

I numeri confermano il trend crescente della manifestazione: poco meno di 2000 gli appassionati che hanno preso parte alla rassegna e più di 1000 addetti ai lavori, quasi tutti concentrati nel TRADE DAY.

 

La settimana di ShowRUM si è aperta già da mercoledì 23 settembre con la Rum Cocktail Week, riscuotendo un’enorme affluenza di pubblico nei party svolti:

Mercoledì 23/09/2015 Giovedì 24/09/2015
BACARDI ABUELO
@ Porto Fluviale @ Porto Fluviale

Venerdì 25/09/2015 Lunedì 28/09/2015
APPLETON ESTATE SANTA TERESA
@ Banana Republic @ Banana Republic

 

> leggi tutto

Innovation Made in Italy for Spirits Industry

"Per tanto tempo mi sono chiesto come sia possibile che il Made in Italy, tanto all'avanguardia sia a livello tecnologico che qualitativo, spinto da una enorme carica creativa come quella degli italiani, alla fine non trovi mai la strada per affermarsi in modo prepotente all'estero. La risposta, l'unica risposta che sono riuscito a darmi, è la mancanza di coesione tra le aziende italiane. Da questa breve, seppur intensa, riflessione ho cercato di dare forma  al progetto MADE IN ITALY FOR SPIRITS INDUSTRY, che oggi debutta a ShowRUM 2015 grazie all'appoggio di aziende di levatura internazionale che hanno creduto in me, e soprattutto nel progetto. Aziende che sono state in grado di mettersi in gioco e che hanno deciso di condividere questa ambizione."

Il progetto MADE IN ITALY FOR SPIRITS INDUSTRY, che quest'anno debutta a ShowRUM 2015, vede la partecipazione di tre aziende leader in Italia nei rispettivi settori merceologici: GREEN ENGINEERING, VETROELITE e TONUTTI TECNICHE GRAFICHE.

Ma vediamo chi sono queste aziende nel dettaglio.

> leggi tutto

ShowRUM - Trade Day

TRADE DAY

Lunedì 28 Settembre

 

Quest'anno ShowRUM - Italian Rum Festival, si arricchisce di un nuovo giorno interamente dedicato agli operatori del settore. Dalle ore 11:00 alle ore 18:30, distributori, importatori, consulenti, bartender, enotecari, ristoratori, rappresentanti e tutti coloro che per lavoro hanno a che fare con il meraviglioso nettare dei Caraibi. Una giornata intera che permette di entrare in contatto con i produttori nella vasta area espositiva dedicata al rum, di capirne le sfumature, le origini ed i metodi di produzione.

> leggi tutto

Mostra

risultati per pagina.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per restare sempre informato sulle novità e sui nuovi eventi.

Accetto le condizioni della privacy.