Rum e Cucina Tropicale, piatti, ricette, Oil Down, Grenada

Rum e Cucina: Oil Down, Grenada

Oil Down (Grenada) è la ricetta di questa settimana per la rubrica RUM & CUCINA.

Rum e Cucina è un ricettario di cucina tropicale, piatti tipici dei Caraibi e non solo da abbinare a rum o cocktails. Per ogni piatto verranno consigliati i possibili abbinamenti.


OIL DOWN (Grenada)

Grenada è conosciuta come l’isola delle spezie. Basta fare una passeggiata nei paesi o anche sul lungomare per trovare negozi e mercati dedicati. Noce moscata, cannella, curcuma, chiodi di garofano, e moltissime altre. Se programmate un viaggio a Grenada non mancate di mettere in appunto una gita nell’entroterra per visitare le piantagioni di cacao e spezie. La cucina tradizionale di Grenada rispecchia a pieno quanto sopra. I piatti, a base di pesce o carne e il quasi immancabile frutto del pane, sono speziati e piccanti.

L’Oil Down è una ricetta tipica di Grenada, anche se ci sono varianti in altre isole dei Caraibi. Ho assaggiato questo piatto in un “bar” seminascosto in una stradina secondaria dell’isola, durante uno dei Rum Travels di Isla de Rum. Questo piatto può essere realizzato, come in questo caso, con del baccalà, oppure maiale o pollo, o a volte addirittura carne e pesce.

Come al solito è possibile trovare molte varianti di questa ricetta, con zafferano al posto della curcuma e più o meno verdure, o più o meno spezie. Questa la mia versione, con delle sostituzioni per quei prodotti di non facile reperibilità dalle nostre parti.

 


INGREDIENTI

  • 1/2 kg. di filetti di baccalà
  • 5 cucchiai di olio
  • 2 cipolle affettate
  • 2 peperoncini
  • 1 spicchio d’aglio schiacciato
  • alcuni gambi di erba cipollina tritati finemente
  • 1/2 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato
  • 1 rametto di timo
  • 1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato finemente
  • 1 frutto del pane grande (oppure 2 patate)
  • 2 carote affettate
  • 1 peperone verde tritato finemente
  • 1 gambo di sedano
  • 100 gr. di foglie di taro (o callaloo), oppure foglie di spinaci tritate
  • 2 tazze di latte di cocco
  • ½ cucchiaino di noce moscata grattugiata al momento
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • Sale e pepe q.b.

 


PREPARAZIONE

Per la realizzazione dell’Oil Down di Grenada occorre per prima cosa preparare il baccalà per togliere il sale in eccesso. Dopo aver tagliato il baccalà a pezzi metterlo in uno scolapasta immerso in un contenitore con acqua fredda. Quindi lasciarlo in frigorifero per 24 ore, cambiando spesso l’acqua.

In alternativa seguire il procedimento indicato per lo Stewed Down Salt Fish LINK

A questo punto, in una pentola abbastanza grande, far soffriggere a fuoco basso la cipolla per qualche minuto. Aggiungere quindi il peperoncino tagliato a pezzetti, l’aglio, l’erba cipollina, lo zenzero, il timo e il prezzemolo. Soffriggere ancora per un minuto, mescolando.

Fatto questo aggiungere il frutto del pane – o le patate – a pezzi, le carote, il peperone verde, il sedano e le foglie di taro o di spinaci. Cuocere il tutto a fuoco medio per 5 minuti, mescolando ogni tanto. Aggiungere infine il latte di cocco, la noce moscata e la curcuma. Mescolare e adagiare il filetti di baccalà nella padella.

Infine aggiustare di sale e pepe e lasciar cuocere per circa mezz’ora a fuoco medio, per poi abbassare la fiamma e cuocere ancora per circa 20 minuti finché la salsa non si riduce.

 

Et voilà, il pranzo è servito!

 


CONSIGLI DI SERVIZIO

L’Oil Down di Grenada è un piatto unico, nutriente e saporito, da accompagnare ad un ottimo rum e soda (qualsiasi tipo di soda, dalla ginger beer/ale alla soda aromatizzata). Per il rum è ovviamente consigliato un classico rum dell’isola, a pieno grado.


Abbinamento consigliato:

Condividi questo post