Il nuovo Rum DonQ Vermouth Cask ed il progetto di espansione della Distilleria Serrallés

Quando si parla della città di Ponce, “La Perla del Sur”, a Porto Rico, non si può non parlare della famiglia Serrallés e della loro Distilleria, fondata nel 1861 e attiva nella produzione di Rum da più di 150 anni.

Roberto Serrallés, vicepresidente, Business Developer manager dell’azienda e membro della sesta generazione Serrallés, dichiara che il piano di investimento già avviato dal 2018 prevede uno stanziamento di 22 Milioni di Dollari volto a far si che l’azienda continui la sua velocissima espansione a livello internazionale.

Lo stanziamento include una nuova linea di imbottigliamento ad alta tecnologia, arrivata sull’isola dall’Europa ed installata alle fine del 2018. La nuova linea ha aumentato la capacità di imbottigliamento della distilleria fino a 200 bottiglie al minuto, consentendo a Don Q, già presente nei mercati di Spagna, Inghilterra, Francia, Germania, Italia e Paesi Bassi, una distribuzione anche in altri 9 mercati in Europa ed America, tra cui Austria, Grecia, Croazia, Portogallo, Russia, Irlanda, Bulgaria, Singapore e Canada.

Dal 2018, l’azienda Serrallés si è inoltre aggiudicata il titolo di principale esportatore di rum sfuso nel mercato statunitense. Questo ambito traguardo è arrivato per l’azienda dopo il duro colpo del 2012, quando la distilleria Serrallés perse la produzione del rum Captain Morgan, che si spostò nelle Isole Vergini Americane, facendo diminuire significativamente i volumi di produzione.

Ora, come afferma Roberto Serrallés, l’azienda ha recuperato i volumi di produzione, raggiungendo una produzione di 11 milioni di galloni di rum sfuso e ha in programma di produrne oltre 17 milioni entro il 2019, inoltre, gli investimenti fatti in infrastrutture, permetteranno a Distileria Serrallés di continuare ad espandere la produzione di rum sfuso fino a 22 milioni di galloni all’anno.

Questo aumento della produzione si traduce inevitabilmente in benefici per l’economia di Porto Rico, perché la crescita dei volumi delle esportazioni significa anche aumento dei fondi federali netti, che il governo riceve a partire dalla copertura delle accise.

La società ha circa 100.000 barili invecchiati di rum in sette magazzini sull’isola, utilizzati per realizzare i prodotti Don Q secondo le ricette della famiglia Serrallés.

L’azienda annovera una forza lavoro di circa 200 dipendenti dedicata alla produzione, mentre un altro team di circa 200 persone si occupa delle vendite, del marketing e della distribuzione.

Ringraziamo i nostri dipendenti e partner commerciali perché sono una parte vitale della crescita e dei risultati di Serrallés. Continuiamo ad espandere la nostra presenza nel mondo, garantendo sempre pratiche ambientali responsabili e una produzione di livello mondiale di qualità”, ha dichiarato Philippe Brechot, presidente e CEO di Destilería Serrallés.

Tra le novità lanciate dalla distilleria in questa fase di sviluppo anche il Don Q Double Aged Vermouth Cask Finish

– frutto di una collaborazione con l’imprenditore e mixologist italiano Giancarlo Mancino, a capo di Vermouth Mancino.

Destilería Serrallés sta usando, quindi, i barili di Vermouth Mancino, per terminare l’invecchiamento di alcune sue riserve e regalargli quindi un finale che contenga tutte le sfumature del celebre liquore italiano.

“Il mercato sta diventando più sofisticato in termini di preferenze sugli spiriti premium. In Serrallés, abbiamo 154 anni di tradizione che fondono l’arte con la scienza per creare nuove espressioni e caratteristiche all’interno dei nostri rum, e questo ci ha portato a raggiungere una collaborazione con Vermouth Mancino in un processo di doppio invecchiamento come innovazione di Don Q “, dice Sylvia Santiago, vicepresidente della produzione di Serrallés.

L’innovazione è sempre stata al centro del processo creativo della famiglia Serralles e di DonQ Rum.
DonQ Double Aged Vermouth Cask Finish è il primo Rum caraibico ad essere stato invecchiato in botti di Vermouth Italiano.
Prodotto dall’assemblaggio di rum invecchiati dai 5 agli 8 anni e rifiniti per circa sei settimane in botti da 600 litri ex-Vermouth. Seppur di breve durata quest’ultimo passaggio di affinamento impartisce ricchezza e complessità di sapori unici nel suo genere. Al naso è ricco e complesso con sentori di ciliegia, miele, cioccolato e vaniglia. Al palato la complessità del rum si amalgama alle note dolciastre del Vermouth creando una sensazione nuova, intrigante e seducente.

Written by Cleide Bianca Strano

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *